Racconti semiseri di una coppia adottiva.

Stiamo facendo una passeggiata nella via principale della città. Nostro figlio è stanco ed annoiato, non ha più voglia di camminare ed allora ci accordiamo per un "breve" passaggio in braccio fino alla fermata dell'autobus. Da dietro le spalle sento una voce di donna che esclama ad alta voce: “Ma che bel cioccolatino!"
A quell'aggettivo mi sale immediatamente una rabbia intensa; "ma chi cavolo crede di essere e/o fare questa cretina!" penso mentre mi volto per rispondere per le rime...

Rimango di sasso, di fronte a me c'è una ragazza di colore, decisamente più "cioccolatina" di nostro figlio, che mi guarda in maniera ironica; dopodichè, probabilmente anche a causa della mia faccia attonita, scoppia a ridere alquanto divertita. Non posso fare altro che sentirmi un pò scemo e mettermi a ridere anche io mentre mio figlio non capisce il senso di queste risa e mi guarda allibito.

Beate quelle persone che sanno affrontare la vita ridendo!

{mxc}