Comunità Papa Giovanni XXIII

COMUNICATO STAMPA 5/11/15​

"Diamo un futuro ai bambini, non alla struttura"

Una famiglia per i bimbi del Centro assistenza di Milano

"Non dobbiamo cercare 2 milioni di euro per salvare il Centro assistenza minorile di Milano, ma trovare 19 famiglie disponibili ad accogliere i bambini ricoverati in questa struttura, per salvarli nei loro bisogni fondamentali".

Così si esprime Giovanni Ramonda, responsabile generale della Comunità Papa Giovanni XXIII, in merito alle dichiarazioni dell'onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente della Commissione parlamentare per l'infanzia e l'adolescenza.

L'Onorevole era intervenuta in merito alla ventilata chiusura del Centro di Milano al termine dell'audizione di ieri alla Commissione Infanzia. "Quei bambini hanno bisogno fin da subito di una famiglia, come la legge 184/83 ben prevede – prosegue Ramonda –, nessun educatore o operatore può sostituire il bisogno fondamentale di stare sulle ginocchia di una mamma e di un papà, soprattutto nei primi anni di vita. Inoltre l'accoglienza in famiglie costerebbe decisamente molto meno".

"Si apra subito un tavolo come proposto dalla Brambilla, che comprenda però anche Magistratura minorile e le Associazioni – conclude Ramonda –, non però per 'dare un futuro a questa struttura', ma un futuro a questi bambini. Noi ci stiamo, insieme alla nostra rete di famiglie affidatarie".

Ufficio stampa: Marco Tassinari, 328.1187801

UFFICIO STAMPA
Associazione Comunitá Papa Giovanni XXIII
Via Argine 4 - 37045 LEGNAGO (VR)
tel. 0442 25174 - fax. 0442 25132
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile: Alessio Zamboni, 348 8015978