tappetovolante.jpgSimona Giorgi

Figli di un tappeto volante. Strumenti e percorsi per affrontare in classe l'adozione e situazioni familiari non tradizionali

Edizioni Magi, 2006 . 100 p. 

 


Cento pagine per la scuola ma non solo per la scuola. Simona Giorgi propone in questo libro percorsi didattici finalizzati ad una cosa sola:  aiutare i bambini del "tappeto volante" a star bene con gli altri, ad essere accettati, a sentirsi appartenenti alla classe. Chi sono questi bambini? "Sono quelli che hanno alle spalle situazioni familiari complesse, non tradizionali - come il bambino adottato e l'affidato, il figlio di ragazza-madre o di una famiglia conflittuale ricostruita - che rischiano di rimanere schiacciati sotto i pesanti schemi di una scuola che considera famiglia unicamente quella tradizionale".

Questi bambini, viaggiando per aria su un immaginario tappeto, volano verso nuove radici senza dimenticare quelle che hanno avuto. Ed è proprio parlando di radici, di alberi geneaologici, che il libro si fa provocatorio: perchè spesso, sul tema delle origini familiari, la scuola è ingiusta. Al classico alberello  alle cui radici stanno i quattro nonni e i due genitori, si propongono delle simpatiche alternative: dal cespuglio con più apparati radicali, alle radici del cuore che possono correre in più direzioni, partendo però dal cuore del bambino. E se poi abbiamo l'intelligenza di far leggere questa parte del libro ai nostri figli, potremmo avere delle bellissime sorprese, come quella di vedere una bambina scrivere i nomi dei suoi cari sulle ali di una farfalla. Chissà ... Lasciamo fare a loro.